• Raccolgo storie

    Emmanuel Gallot-Lavallée. Amare, amare, non c’è altro

    Quando conobbi Emmanuel Gallot-Lavallée a Roma per la pubblicazione del suo primo libro ebbi da subito un’impressione: ero di fronte a un grande artista, all’insegnante che avrei sempre voluto a scuola, a una persona che fa della semplicità un manifesto in cui crede davvero. Dal 2010 si susseguirono tanti suoi libri, e più i titoli uscivano, più mi rendevo conto di quanto pazzesco fosse questo autore un po’ folle, tanto saggio, così lieve. Ogni volta, ogni lavorazione delle sue bozze era un modo per imparare, riflettere, sorprendersi. I grandi cercano nel fondo della grotta il senso della loro esistenza senza…

  • Artigiani e laboratori,  Raccolgo storie

    Topatopera. Scorci di poesia su piastra

    Se dovessi convincere un turista a scegliere il Portogallo come meta delle sue vacanze gli mostrerei il palmo della mia mano. Gli racconterei che la sabbia che scivola dalle dita, laggiù, scintilla dei riflessi della luce che si rifrange nei minuscoli frammenti color oro che compongono una ghiaia finissima. Gli direi che molte volte dovrà ripararsi lo sguardo dal sole che qui, a differenza di altrove, sembra che tramonti al rallentatore invadendo anche gli spazi dell’ombra e del buio. Gli consiglierei i cibi da strada, e non soltanto quelli dei ristoranti, perché qui, in mano, si possono gustare vere e…

  • Artigiani e laboratori,  Raccolgo storie

    Ceramica Massimino. Storia e talento di una famiglia di Vietri

    Ci sono storie di famiglia che in realtà sono favole. Quella di Ceramica Massimino risponde alle tipiche funzioni della fiaba descritte dal celebre Vladimir Propp nel suo libro Morfologia della fiaba, in cui si racconta di giovani e di anziani, di difficoltà, di allontanamenti, di mancanze, di traguardi e prove da superare e, perché no, di un lieto fine. E, come la maggior parte delle fiabe, anche questa inizia con il classico “C’era una volta”. Siamo a Vietri sul mare, negli anni Cinquanta, in una delle costiere più scenografiche, poetiche e suggestive d’Italia, quella Amalfitana, quando la famiglia di Giovanni Massimino, nato…

  • Raccolgo storie

    Il Mondo di Dorina. Incanto, zucchero e sentimento

    “Tutto quello che puoi immaginare è vero” Pablo Picasso  Chiedete a un adulto quale ricordo tra i più cari di quelli della sua prima infanzia conserva nel cuore. Esiterà qualche istante, per concedere alla memoria di avviare gli ingranaggi collegati a quella che lo psicologo Daniel Goleman battezzò “intelligenza emotiva” che ci permette di ritrovare, nominare, gestire, esprimere le emozioni. Vi parlerà dell’amorevolezza della mamma, della complicità con il padre, del rapporto profondo con i nonni,  dei sentimenti legati alla nascita di un fratellino, dei momenti di crescita a scuola, di un viaggio con i genitori… Chiedetegli poi a quale…