• Raccolgo storie

    Antichità Saturno

    Siamo nel 1978 a Santa Margherita Ligure, borgo pittoresco del litorale ligure di levante. Gisella, giovane trentenne innamorata dell’antiquariato e del modernariato, decide di trasformare in lavoro la sua passione che l’ha portata a collezionare già in giovane età oggetti ricercati, mobili, lampade, cassettiere, comodini, pizzi e ricami, aprendo il suo primo negozio da antiquaria. Siamo in un pomeriggio di dicembre a Rapallo, cittadina allegra e piena di vita distante solo qualche chilometro da Santa Margherita. Il traffico natalizio non permette come al solito di godersi la serenità dei carrugi e la dolcezza delle piazzette del centro storico, ma è…

  • Décor,  Raccolgo storie

    Rosso d’autunno

    Nella tavolozza dei colori infuocati dell’autunno la tonalità di rosso che prediligo è quella che richiama il rubino del vino e delle foglie. Farrow & Ball, marchio inglese di cui vi ho già parlato qui, propone una gradazione di rosso di cui mi sono letteralmente innamorata perché evoca e richiama uno dei miei cibi preferiti: il radicchio (da brava sua cultrice vi segnalo che si sta aprendo la stagione che celebra la variante IGP di Treviso, il must dei must in termini di sapore e appeal) Per il recupero e restauro di questa piccola cassettiera e questo buffet, entrambi salvati…

  • Décor,  Raccolgo storie

    Cavalieri turchi gialli e rossi

    Dai cassettoni rococò delle camere da letto alla madia della cucina, dal nero pendolo del salottino da pranzo al canapè della loggia con la sua stoffa color marrone cosparsa di cavalieri turchi gialli e rossi, dalle seggiole impagliate a certi seggioloni dai bracciuoli spropositamente alti, i mobili della casa appartenevano all’epoca degli uomini illustri, la maggior parte dei quali portava parrucca e codino. Antonio Fogazzaro, Piccolo mondo antico, 1895

  • Décor,  Raccolgo storie

    Pennello secco

    Questa è la piccola storia di uno dei due specchi che tempo fa ho comprato da uno svuotacantine. Non so perché un oggetto mi chiama, forse mi parla, mi dice come potrebbe diventare. So solo che caricare sulla mia Punto un oggetto eliminato, venduto a poco prezzo, mi regala l’emozione di recuperare un randagio;) L’ho regalato a mia mamma e le ho detto: fanne ciò che vuoi. Così, dopo il trattamento a pennello secco, lo specchio è diventato il compagno ideale di una cassettiera un po’ troppo retrò che chiedeva anch’essa una ventata di novità.